I moduli doganali CN22 e CN23 sono necessari nel caso in cui si voglia spedire pacchi al di fuori dell’Unione Europea. Servono infatti a specificare il contenuto del pacco e devono essere applicati all’esterno della scatola usata per la spedizione. Per evitare ritardi, assicurati di compilare questi moduli doganali inserendo il maggior numero di informazioni possibili. In questo articolo del blog parleremo di quello che c’è da sapere sulle dichiarazioni doganali CN22 e CN23 e ti spiegheremo come usarle. Inoltre, abbiamo sviluppato uno strumento interattivo con cui potrai generare automaticamente i moduli doganali e scaricarli: dagli un’occhiata – devi solo scorrere un po’ più in basso o cliccare sulla seconda quarta voce dell’elenco! Di seguito troverai informazioni su:

Nel caso avessi bisogno di informazioni specifiche sulla logistica e-commerce, dai un’occhiata ad alcuni dei nostri articoli specifici su: gestione resi e-commerce, tracciamento spedizioni, automazione logistica o sulle spedizioni economiche.

Cosa sono i moduli doganali CN22 e CN23?

moduli doganali cn22 e cn23

I moduli di dichiarazione doganale CN22 e CN23 sono documenti doganali che devono essere obbligatoriamente allegati ai pacchi spediti al di fuori della UE. Contengono informazioni importanti sulla merce che stai inviando, ad esempio quali articoli sono inclusi nella spedizione e che valore hanno, chi sono il mittente e il destinatario e quali sono i soggetti coinvolti nella spedizione.

Si tratta di documenti obbligatori che vengono usati dalle autorità doganali per verificare le merci in entrata e in uscita da un determinato paese. Tale documentazione è di grande rilievo per quanto riguarda tassazione, sicurezza, salute pubblica e protezione ambientale. Assieme alle fatture commerciali, questi moduli consentono alle autorità doganali di decidere se applicare o meno i dazi di importazione alla merce che stai inviando.

I pacchi oggetto di spedizione internazionale spesso vengono controllati tramite uno scanner. Se i tuoi moduli doganali CN22 o CN23 non contengono una descrizione dettagliata del contenuto del pacco, potresti ricevere una multa pari al 100% del valore effettivo della merce.

Quando vanno usati i moduli doganali?

È necessario compilare una dichiarazione per la dogana ogni qualvolta si debba spedire un pacco in un paese al di fuori della UE. Se il paese di destinazione fa parte della UE, non è necessario compilare alcuna dichiarazione doganale.

Controlla il sito internet della tua autorità fiscale nazionale per sapere quali paesi fanno parte della UE. Prendi anche nota delle eccezioni: pur facendo parte della UE, alcuni paesi non rientrano nella zona doganale UE. Poiché i pacchi spediti verso tali destinazioni sono sottoposti a controlli doganali, è sempre necessario allegare alla spedizione il modulo doganale CN22 o CN23. I regolamenti possono tuttavia variare a seconda del paese. Alle Bahamas, ad esempio, una fotografia ha valore di documento (e quindi non viene sottoposta ai controlli doganali), mentre in Argentina le fotografie sono considerate merci e devono quindi essere controllate dalle autorità doganali.

Che differenza c’è tra i moduli doganali CN22 e CN23?

La scelta tra il modulo CN22 e il modulo CN23 dipende essenzialmente dal peso e dal valore del pacco. Nel caso di pacchetti dal peso fino a 2 kg e che valgono fino a 425 € bisogna utilizzare il modulo CN22. Il CN23 è richiesto nel caso di pacchi che pesano da 2 a 20 kg e che hanno un valore pari o superiore a 425 €.

Il modulo CN22 è meno dettagliato rispetto al CN23. Spesso ha l’aspetto di un adesivo che viene incollato sul pacco accanto all’indirizzo. Il modulo CN23 contiene maggiori informazioni e può venire allegato all’esterno del pacco in una busta trasparente, assieme al modulo CP71*. Se possibile, assicurati di applicare la busta sullo stesso lato dell’etichetta di spedizione.

*Il modulo CP71 è un documento integrativo che serve a specificare l’indirizzo e che deve essere allegato al modulo CN23. Se non desideri che i corrieri della spedizione possano visualizzare il contenuto del pacco dal modulo CN23, inserisci il modulo CP71 in vista nella busta trasparente.

A seconda del servizio di spedizione scelto e della destinazione, dovrai allegare una fattura commerciale al modulo doganale CN22/CN23. Per scongiurare eventuali ritardi, ti consigliamo di includerli entrambi. Procurati sempre tre copie della fattura commerciale: una per il paese dal quale stai effettuando la spedizione, una per il paese di destinazione e la terza per il destinatario.

Crea i tuoi moduli doganali

Usa questo tool interattivo e crea i moduli personalizzati per le tue spedizioni.


Come si compila il modulo doganale CN22?

Il modulo doganale CN22 va usato nel caso di spedizioni dal peso inferiore a 2 kg e che valgono meno di 425 €. È fondamentale compilare la dichiarazione doganale correttamente ed inserendo il maggior numero di informazioni possibili.

In caso contrario, c’è il rischio che il pacchetto venga bloccato alla dogana o che tu riceva una multa. Se il documento contiene degli errori, il pacchetto potrebbe tornare al mittente oppure essere confiscato.

*Le immagini dei due moduli che forniamo ad esempio sono volutamente in inglese. Trattandosi di spedizioni internazionali, infatti, è sempre meglio compilare questi moduli doganali in lingua inglese.

Guida alla compilazione del modulo CN22

modulo cn22

1: Fai una croce o una spunta accanto alla voce che descrive il contenuto del pacco. Nel caso di rivenditori online che vendono i loro prodotti a livello internazionale, in genere si impiega la dicitura “Sale of goods”. Se stai inviando campioni di prova di un dato prodotto, seleziona la voce “Campione commerciale”. Ti è consentito scegliere un’unica opzione per ogni singolo pacco.

2: Descrivi il contenuto del pacco. Se spedisci merce al dettaglio, campioni commerciali o articoli da restituire, dovrai fornire una descrizione dettagliata del contenuto. Ti consigliamo di usare l’inglese o la lingua del paese di destinazione. Più esaustiva sarà la descrizione del contenuto, meno contrattempi ci saranno ai controlli doganali. Ricordati di specificare sempre il prodotto o la categoria di prodotto:

  • Di che tipo di prodotto si tratta?
  • Qual è la quantità?
  • Quanto pesa?
  • Qual è il valore al dettaglio espresso in euro (IVA esclusa)?

3: Indica il codice internazionale della merce e il paese di origine del prodotto. Specifica in che paese è stata prodotta o assemblata la merce e allega il codice del sistema armonizzato (codice HS) relativo al prodotto o ai prodotti che stai inviando. Il codice HS o codice doganale viene usato dalle autorità doganali per categorizzare i prodotti. Esso è composto da dieci cifre, di cui le prime sei sono armonizzate a livello globale. Per questo è importante indicare almeno le prime sei cifre, possibilmente specificando anche la sottocategoria del prodotto. A seconda del paese, le differenti sottocategorie sono soggette a diverse aliquote d’imposta. Tuttavia di solito non è così, e basta includere il codice HS a sei cifre. Per maggiori informazioni, visita il sito della tua autorità doganale nazionale o gli indirizzi www.tariffnumber.com o foreign-trade.com per ottenere una lista dei codici HS.

4: Indica la data di spedizione e firma il modulo. Apponendo la tua firma, dichiari che il documento è stato compilato correttamente e che il pacchetto non contiene merce vietata o pericolosa. Se il modulo non è firmato, la spedizione potrebbe subire ritardi o tornare al mittente.

Gli articoli qui elencati spesso non possono essere spediti all’estero:

  • Spray aerosol
  • Bevande alcoliche
  • Sigarette
  • Prodotti con scadenza breve
  • Benzina o petrolio
  • Smalto per unghie
  • Profumi
  • Veleni
  • Accendini
  • Estintori
  • Maschere antigas
  • Biglietti della lotteria
  • Diamanti grezzi
  • Batterie danneggiate

Controlla il sito del tuo servizio postale nazionale per una panoramica generale degli articoli e dei materiali la cui spedizione all’estero è vietata. Il tuo servizio postale di riferimento può fornirti una lista degli articoli che non possono essere spediti nei singoli paesi. Puoi anche usare lo strumento messo a disposizione da UPS per scoprire quali sono le norme sull’importazione applicate dai singoli paesi o zone.

CONSIGLIO: come abbiamo detto prima: compila sempre i tuoi moduli doganali in inglese. Questo ti fa evitare ritardi, poiché i documenti risulteranno comprensibili alle autorità doganali del paese di destinazione.

Come si compila il modulo doganale CN23?

Il modulo doganale CN23 va usato per i pacchi che pesano più di 2 kg e/o che hanno un valore superiore a 425 €. Il modulo C23 è simile al CN22, ma è più dettagliato.

Guida alla compilazione del modulo CN23

modulo cn23

1: Indica l’indirizzo del mittente e del destinatario. Per garantire che la spedizione vada a buon fine, scrivi l’indirizzo in modo dettagliato. Aggiungi anche il numero di telefono del cliente: in determinati casi potrebbe essere necessario contattarlo.

2: Segnala se il pacco debba essere restituito a te qualora la spedizione non vada a buon fine. In alcuni casi la spedizione non può essere effettuata: ad esempio perché le informazioni sull’etichetta di spedizione sono scorrette, la documentazione doganale è imprecisa o incompleta oppure il destinatario si rifiuta di prendere in consegna il pacco.

In casi come questi potrebbe venire applicata una tassa sulla merce restituita. Se sul modulo doganale indichi che non vuoi che il pacchetto ti venga restituito, eviterai di dovere pagare spese di reso inaspettate. Naturalmente in questo caso perderai la proprietà del pacco.

3: Specifica il contenuto del pacco. Scegli tra “Campione commerciale”, “Reso della merce” o “Altro”. Compila anche i campi in azzurro. Descrivi il contenuto del pacco nella maniera più esaustiva possibile.

4: Indica il codice internazionale corrispondente alla merce e il paese di origine del prodotto. Specifica in che paese è stata prodotta o assemblata la merce e allega il codice del sistema armonizzato (codice HS) relativo al prodotto o ai prodotti che stai inviando. In questo caso valgono le stesse regole che per il modulo CN22.

5: Campo “Osservazioni”: in alcuni casi, la merce potrebbe essere soggetta a quarantena, a restrizioni sanitarie o ad altri importanti regolamenti. È essenziale che ciò venga esplicitato nella dichiarazione doganale. Potrebbe essere il caso di alimenti, medicinali oppure organismi viventi.

6: Ricordati sempre di scrivere la data e firmare il modulo. Apponendo la tua firma, dichiari che il documento è stato compilato correttamente e che il pacchetto non contiene merce vietata o pericolosa.

CONSIGLIO: assicurati di conservare una copia della documentazione. In caso di errori nella consegna della tua spedizione, le autorità doganali potrebbero richiedere a te o al tuo cliente di pagare un sovrapprezzo. In tali casi potrai inviare alle autorità una fattura modificata sulla base della documentazione in tuo possesso.

Checklist per la spedizione di prodotti commerciali verso paesi extra UE

Per garantire che le tue merci arrivino al cliente in modo sicuro e senza danni, consulta la nostra checklist per spedizioni internazionali senza contrattempi.

Poiché ci sono numerosi aspetti da tenere in considerazione, abbiamo creato un utile prontuario che ti guiderà in questo processo. Puoi scaricarlo qui sotto. A questo link, invece, potrai provare Sendcloud gratuitamente ed iniziare a gestire i tuoi ordini in maniera completamente automatica risparmiando tempo e denaro.

Vuoi maggiori informazioni sulle spedizioni internazionali? Scarica il nostro whitepaper gratuito per spedire all’estero!

Se hai bisogno di consigli pratici e dettagliati su come effettuare spedizioni internazionali, ti consigliamo di leggere gli altri articoli del blog su questo tema.

Se hai ancora domande riguardo ai moduli doganali CN22 e CN23, faccelo sapere nei commenti qui sotto!

Leave a Reply