ENNEBISERVICE

Una vita da precursori e 40.000 € risparmiati con Sendcloud

Dall’emozione dell’ADSL alla scoperta di Shopify, anni prima che arrivasse in Italia, grazie alla dritta data da un “clown assassino”.  La storia di Nicola Barbanera ed Ennebiservice è davvero tutta da scoprire.

Riassumere una storia così non è facile. Non lo è stato per noi e probabilmente neanche per Nicola Barbanera, proprietario di Ennebiservice, ecommerce per pezzi di ricambio di elettrodomestici con sede a Magione (PE).

Durante la nostra intervista, Nicola ci tiene a rimarcare tutte le tappe della sua azienda, non risparmiandoci tanti curiosi dettagli. Lo fa con il suo spirito unico e tante espressioni colorite. E noi questo non dispiace affatto, perché è così che scopriamo il vero volto di questa brillante azienda.

La loro storia inizia con il negozio fisico, o meglio, con un centro di assistenza per elettrodomestici, aperto subito dopo il superiore, che Nicola ha l’intuito di digitalizzare già nei primi anni 2000.

postproduzione ennebiservice

LA LORO MISSIONE

Cerchiamo di aiutare le persone a non buttare gli elettrodomestici.

Troviamo e ti suggeriamo il pezzo di ricambio giusto, perfetto per il tuo caso.

un cliente Sendcloud

NICOLA: Ferro da stiro, macchina del caffè, frigorifero e la lavatrice. Punto. Quando ho iniziato questi erano gli elettrodomestici. Poi hanno iniziato ad aumentare, e così le riparazioni. Allora ho inserito il primo gestionale per le riparazioni. Pezzettino per pezzettino, è iniziato tutto da lì.

Nel giro di qualche mese ci contattò una compagnia di San Marino che voleva moltiplicare il nostro gestionale. Mi ricordo anche il nome, Ready Pro.

Praticamente trasformò il nostro magazzino in una pagina online. Una vetrina che c’aveva niente di più che un grezzo carrello. Senza quasi nessun sistema di pagamento. Però le vendite non mancavano, anche se tutt’intorno ci guardavano strano.

L’invidia, suggeriamo noi.

No che invidia, ci pigliavano proprio per il ****.

Di lì l’adsl (2000) e l’avvento di Ebay (2001) che hanno definitivamente trasformato Ennebiservice in una realtà digitale.

Una roba pazzesca! Quando la Telecom mi venne ad attaccare l’ADSL dentro il negozio fu il salto definitivo. Un giorno che ricorderò per tutta la vita: sei tu protagonista di una cosa che fino a qualche momento prima non c’era. Oh parliamo di quando se ti connettevi poi c’avevi la linea del telefono occupata.

Precisa, forse vedendoci qualche anno più giovani.

Poi Ebay portò il primo ecommerce che era già integrato con Paypal. Ma il negozio fisico la faceva ancora da padrone. Vabbè che in Italia forse sarebbe ancora così se non fosse stato il Coronavirus.

Anche tu vedi la Pandemia come un enorme acceleratore per la digitalizzazione in Italia?

Acceleratore? Il coronavirus è stato un detonatore! – non risparmia di rimarcare a suo modo – E ha fatto scoppiare una cosa che era latente da molto tempo. Prima, del digitale, se ne poteva fare a meno. Ora no. Ora è cambiato tutto. Si fa tutto online, anche troppo eh.

In che senso anche troppo?

Che a me non mi sembra neanche più questione è di vendere online, ma del fatto che lo si debba fare per forza. Vogliono tutti vendere online, magari per moda o perché si pensa che il guadagno è facile, rispetto ai negozi fisici. Ma queste sono le idee che possono portarti a farti male poi. Ora in Italia c’è l’ecommerce ma non c’è la cultura dell’ecommerce ancora.

E allora come si fa?

Devono mettere le registrazioni di Jeff Bezos nelle aziende. Mattina e sera.scherza.

RISULTATI

40000

risparmiati in un solo anno
Crea il tuo account gratuito

Poi ritorna sulla sua storia e ci racconta dei vari passaggi da un CMS a un altro fino alla scelta di Sendcloud per spedire in Italia e all’estero.

Avevamo Ebay e il sito internet, poi le prime fan page di Facebook, che è importante perché è quando il social passa da piazza a mercato. Noi possiamo dire di aver sviluppato una sorta di prima omnicanalità. Parliamo del triennio 2005-2008 eh.

Poi Ready Pro ci ha portato a Woocommerce e qualche anno dopo siamo passati a Shopify, grazie a un ragazzo con cui di solito collaboravo per le grafiche e che aveva sbancato Youtube con i video dei clown assassini.

Lui era sbarcato negli USA e tornando mi disse “guarda che sta roba sta facendo rumore, è ‘na cosa grande arriverà anche in Italia”.
(Fa riferimento al 2014 cioè ben 5 anni prima che la società Canadese sbarcasse in Italia)

E Shopify vi ha permesso di farlo?

Avevamo un problema con il checkout, le persone mi chiamavano che non riuscivano a pagare. A me la pelle d’oca fino a qui mi veniva. Shopify ha cambiato tutto. Noi vendiamo pezzi specifici, che non trovi facilmente, e se ci apri le porte su una clientela più vasta…

Entriamo allora un po’ più nello specifico di Ennebìservice. Voi vendete solo i pezzi di ricambio per elettrodomestici?

No, possiamo anche consigliare l’elettrodomestico migliore. Perché noi siamo quelli che ci mettono le mani dentro, quindi ti possiamo dire “compra questa” o “compra quello” che è fatta bene e ti dura parecchio.

Questa potrebbe definirsi la vostra mission?

Noi cerchiamo di aiutare le persone a non buttare gli elettrodomestici. Ti troviamo e ti suggeriamo il pezzo di ricambio giusto. Se io ti trovo il termostato e tu chi te lo cambia non butti un frigorifero!

Sendcloud per le spedizioni internazionali

L'innovazione è l'unica via. È inutile rimandare.

Nicola BarbaneraFondatore di Ennebiservice

Funzionalità utilizzate

shipping-icon

Tariffe di spedizione prenegoziate

Su misura, scalabili e vantaggiose, con le tariffe prenegoziate di Sendcloud puoi spedire subito, senza un contratto con i corrieri

Pack&Go

Grazie al Pack&Go puoi evadere più ordini in meno tempo. Senza errori.

Spedizioni internazionali

Sendcloud ti aiuta ad espandere il tuo business all’estero. Fornendoti gli strumenti e tutte le informazioni necessarie.

Quindi cosa vi ha condotto da Sendcloud, la voglia di innovazione o la necessità di risolvere un problema?

L’incontro tra le due. Ma l’innovazione è l’unica via. È inutile rimandare.

E come vi ha aiutato Sendcloud?

Ci sono tanti competitor, io ho utilizzato per qualche mese Shippypro. Secondo me l’integrazione di Sendcloud è più profonda. Le API degli altri comunicano con il tuo CMS solo fino a che il pacco non è stato spedito. Invece Sendcloud manda l’email della notifica della spedizione al cliente e ne lascia traccia nella dashboard dell’ordine.

In più io l’ho integrato con Zendesk e chi fa assistenza clienti c‘ha la vita più facile. C’ha tutto a portata di mano.

Ma non solo. Sendcloud fa qualcosa di più che essere un “semplice” connettore, fa il lavoro sporco: ti solleva dalla chiamata con il referente di GLS, BRT o dir si voglia.

Sendcloud cura tutti gli aspetti della spedizione, compresa la fatturazione. Trasparenza e rapidità che per un piccolo ecommerce come il nostro è tantissimo! Tu, due secondi dopo che hai spedito, sai quanto hai guadagnato su quell’ordine. Non devi conoscere il glossario dei corrieri, termini tipo “fermo deposito di tipo uno, due, e tre” o “fuel surcharge”.

Voi lo utilizzate anche per le spedizioni internazionali?

Le nostre spedizioni internazionali erano solo il 5%. Il programma Geolocation di Shopify consegna a ogni il cliente un’esperienza di navigazione nella sua lingua nativa e la clientela si è allargata e per le spedizioni all’estero quindi anche le nostre esigenze sono cambiate.

automazione-ennebìservice

Poi non manca di sottolineare com’era il processo di spedizioni prima di Sendcloud?

Prima dovevi fare tutto nel web service di Poste o proprio all’ufficio postale se si trattava di zone disagiate. La traccia si perdeva dopo il confine e non c’era nessun modo di contattare il cliente. Abbiamo ricevuto lamentele per pacchi che non arrivavano e nel dubbio abbiamo sempre rimborsato i clienti. 

Se volessimo quantificarlo in numeri il beneficio di Sendcloud?

Un dipendente full time! Un magazziniere con stipendio fisso, ferie e malattia. Insomma 40.000 euro l’anno. Prima ci voleva una persona al computer che caricava gli ordini e stampava le spedizioni. E un’altra che imbustava. Quella dietro al computer non serve più.

Che ci fate con 40.000 euro all’anno in più?

In un’azienda di meno di 10 persone, una persona in meno ti libera risorse per fare cose nuove e magari devi essere bravo ad allocare le risorse. Io per ora li ho messi nel software.

Alla fine proviamo anche a chiedergli di condividere un consiglio per chi vuole avviare un ecommerce e spedire con Sendcloud e lui ribadisce la sua filosofia, sulla quale non potremmo che essere d’accordo:

Non devi aver paura di provarci. Qualche arrosto (errore) si deve pure fare. All’inizio non puoi sapere. Ma è l’unica soluzione (l’innovazione). Magari devi essere bravo a sfruttare al massimo i periodi di prova. Poi quando capisci che è lo strumento adatto per te accelerare.

E noi siamo sicuri che di questo passo Ennebiservice andrà (ancora più) lontano.

Vuoi risparmiare anche tu 40.000 € in un anno?

Crea il tuo account gratuito