Termini & Condizioni

Utilizzando i nostri prodotti e servizi, accetti i seguenti termini e condizioni. Ti invitiamo a leggerli attentamente.

Download in PDF

Condizioni generali di SendCloud B.V.

 (Ultimo aggiornamento Agosto 2020)

Articolo 1 Definizioni

Nel testo delle presenti Condizioni generali i seguenti termini che iniziano con una lettera maiuscola avranno il significato qui di seguito loro attribuito, salvo che non sia indicato diversamente in maniera espressa o dal contesto non si desuma un significato diverso (i termini al singolare indicano anche i loro corrispettivi al plurale e viceversa):

SendCloud: l’utilizzatore delle presenti Condizioni generali, vale a dire la società a responsabilità limitata di diritto olandese SendCloud B.V., con sede legale all’indirizzo Insulindelaan 115, (5642 CV) Eindhoven, iscritta nel registro delle imprese della Camera di Commercio con il numero 60316721;

Prodotto: un bene consegnato da SendCloud al suo Cliente, che comprende in via non limitativa, i materiali di imballaggio;

Servizio: un servizio erogato da SendCloud al suo Cliente;

Cliente: la controparte di SendCloud e delle persone giuridiche che fanno parte del suo gruppo;

Offerta: un’offerta di SendCloud, che comprende a titolo esemplificativo i preventivi e i listini prezzi, nonché le informazioni rilevanti contenute nei mailing di SendCloud o pubblicate sul Sito web;

Contratto: gli accordi stipulati tra SendCloud e il Cliente;

Tariffe: tariffe, maggiorazioni o costi di spedizione adottati dai Corrieri in un dato momento;

Corriere: il Corriere incaricato da SendCloud per conto del Cliente di effettuare l’erogazione di Servizi o la consegna di Prodotti, compresi in via non limitativa PostNL, DHL e Bpost;

Sito web: www.sendcloud.nl, www.sendcloud.it e tutti gli altri domini gestiti da SendCloud.

 

Articolo 2 Principi generali

2.1

Le presenti Condizioni generali si applicano a tutti i Contratti attuali e futuri di SendCloud e/o a tutte le operazioni effettuate dalla stessa, con esclusione delle Condizioni generali del Cliente.

2.2

L’applicazione di altre Condizioni generali, adottate da un Cliente o no, comprese le condizioni di acquisto, è espressamente rigettata, anche nel caso in cui il Cliente vi abbia fatto riferimento precedentemente. Per una dichiarazione di applicabilità di (una parte di) altre Condizioni generali diverse dalle presenti, è necessario ottenere precedentemente il consenso scritto di SendCloud. Se e nella misura in cui altre Condizioni generali siano (anche) applicabili, in caso di eventuali divergenze prevalgono le presenti Condizioni generali.

2.3

Deroghe alle presenti Condizioni generali saranno valide soltanto se sono state confermate in forma scritta da SendCloud al Cliente. Eventuali deroghe alle presenti Condizioni generali, applicate o tollerate da SendCloud in un dato momento a vantaggio del (potenziale) Cliente non danno mai allo stesso il diritto di appellarvisi in un secondo momento, o di esigere per sé l’applicazione di una tale deroga come se gli fosse stata accordata definitivamente.

2.4

SendCloud ha facoltà di effettuare nel frattempo, in qualsiasi momento, modifiche unilaterali alle presenti Condizioni generali. Il Cliente ha diritto di disdire il Contratto in caso di modifiche alle presenti Condizioni generali nel corso del Contratto, senza che SendCloud debba concedere al Cliente alcuna forma di risarcimento del danno.

2.5

Qualora una disposizione delle presenti Condizioni generali sia o venga dichiarata invalida, nulla o ineseguibile o venga annullata, questo non pregiudica la validità delle altre disposizioni delle presenti Condizioni generali. In tale caso le parti si consulteranno e concorderanno in modo tale che la disposizione in oggetto venga sostituita da disposizioni valide, eseguibili e di efficacia giuridica che abbiano per quanto possibile lo stesso significato della disposizione originaria.

 

Articolo 3 Stipulazione del Contratto

3.1

Nessuna Offerta di SendCloud è vincolante e può essere revocata in qualsiasi forma, perfino dopo la sua accettazione da parte del Cliente.

3.2

Tanto il Contratto quanto le sue eventuali modifiche e integrazioni sono vincolanti per SendCloud soltanto se sono state confermate in forma scritta dalla stessa. Il Contratto è valido se, da parte di SendCloud, è stato confermato oppure firmato da un funzionario che ha facoltà di rappresentarla. Eventuali promesse di rappresentanti di SendCloud non sono vincolanti per la stessa, salvo che e non appena siano state confermate in forma scritta da SendCloud. L’accettazione di un’Offerta in deroga al contenuto dell’Offerta vale come rifiuto dell’Offerta originaria e come una nuova Offerta non vincolante per SendCloud. Questo vale anche qualora l’accettazione si discosti soltanto in punti di secondaria importanza dall’Offerta originaria. I Contratti sono stipulati alla condizione sospensiva che SendCloud, in base alle informazioni che si procura, consideri sufficiente il merito creditizio del Cliente.

3.3

I Contratti non possono venire annullati dal Cliente senza autorizzazione scritta di SendCloud, salvo che le parti non abbiano convenuto in forma scritta l’indennizzo che il Cliente deve a SendCloud in caso di recesso dal Contratto accettato da SendCloud.

3.4

Errori ovvi, compresi in via non limitativa refusi o errori di composizione o di programmazione nelle Offerte o sul Sito web dispensano SendCloud dal suo obbligo di adempimento, nonché dall’obbligo di risarcire il danno che eventualmente ne deriva, anche dopo la stipulazione del Contratto.

3.5

Qualora in un’Offerta vengano proposti più Prodotti e/o Servizi e venga indicato un prezzo per (gruppo di) Prodotto (Prodotti) / Servizio (Servizi), l’Offerta vale soltanto nella sua totalità e il Cliente non ha diritto di accettare soltanto una parte dei Prodotti o dei Servizi offerti al prezzo summenzionato. Le Offerte valgono esclusivamente per i Prodotti e/o i Servizi specificamente definiti in tale Offerta e non per incarichi, vendite o consegne nel futuro.

3.6

Se il Contratto non è redatto in forma scritta e SendCloud nondimeno inizia a darvi esecuzione con il consenso del Cliente, il contenuto dell’Offerta varrà come Contratto.

3.7

SendCloud ha facoltà di annullare il Contratto fino al momento della consegna dei Prodotti e/o dell’erogazione dei Servizi, qualora consideri che sussistano motivi fondati per tale annullamento senza essere tenuta a concedere nessuna forma di risarcimento. L’annullamento avviene tramite una comunicazione scritta.

 

Articolo 4 Registrazione e riservatezza

4.1

Il Cliente deve registrarsi tramite il Sito web per poter usufruire dei Servizi o per acquistare i Prodotti. Dopo che SendCloud ha accettato il Cliente, questo riceve una conferma via email e può usufruire dei Servizi e acquistare i Prodotti. Si esclude l’effetto dell’articolo 227b, libro 6 del Codice civile olandese. Il Cliente garantisce a SendCloud che le informazioni da lui rilasciate (durante la registrazione) sono corrette, complete e soddisfano i criteri previsti da SendCloud.

4.2

Il Cliente ha l’obbligo della riservatezza in merito al contenuto di Offerte, Contratti, codici per il login trasmessi da SendCloud al Cliente, come per tutta la corrispondenza, tutte le informazioni, le conoscenze e/o le documentazioni che riguardano SendCloud, sono state consegnate da SendCloud e/o di cui il Cliente è in possesso o di cui è venuto a conoscenza in altro modo nell’ambito della preparazione, della stipulazione e dell’esecuzione del Contratto, salvo per quelle informazioni riservate le quali (diversamente che in seguito a un’inadempienza imputabile al Cliente o a un suo atto illecito) sono note al pubblico o per le quali SendCloud ha concesso un’autorizzazione scritta per la soppressione parziale o integrale dell’obbligo di riservatezza.

4.3

Il Cliente non utilizzerà e/o non divulgherà informazioni riservate, nemmeno per scopi di marketing e/o commerciali. Il Cliente tratterà le informazioni riservate almeno con la stessa diligenza che riserva ai propri dati confidenziali e le renderà note a terzi e/o ai propri dipendenti soltanto se l’esecuzione delle loro attività lo esige e non prima di avere imposto a tali terzi e/o ai suoi dipendenti un obbligo di riservatezza simile a quello espresso nelle presenti Condizioni generali. Il Cliente garantisce a SendCloud l’osservanza continuativa dell’obbligo di riservatezza da parte di tali terzi e/o dei suoi dipendenti.

4.4

Qualora il Cliente, a causa di un obbligo imposto dalla legge, di una disposizione vincolante o in forza di una normativa vincolante debba divulgare determinati dati, informerà tempestivamente in forma scritta SendCloud prima di renderli pubblici.

4.5

L’obbligo di riservatezza rimane invariabilmente valido anche dopo la consegna o la risoluzione del Contratto.

Articolo 5 Esecuzione del Contratto

5.1

L’obbligo da parte di SendCloud di erogare i Servizi consiste nell’impegno al massimo delle sue capacità, in base alle informazioni ricevute dal Cliente e alla natura dell’incarico.

5.2

La mera scadenza di un termine, compreso un termine di consegna, non determina l’inadempienza di SendCloud. Per l’inadempienza si esige sempre una diffida scritta, in cui venga concesso a SendCloud un termine ragionevole per adempiere ancora al suo obbligo. SendCloud ha facoltà di eseguire consegne parziali.

5.3

Qualora e non appena SendCloud, a causa di un impedimento da parte del Cliente o per qualsiasi altro motivo attribuibile al Cliente stesso, non possa dare esecuzione agli obblighi contrattuali nel modo convenuto e/o usuale, il Cliente è tenuto a risarcire le spese sostenute e il danno subito da SendCloud, compresi anche i costi relativi allo stoccaggio.

5.4

Salvo quanto concordato diversamente in forma scritta, dal momento della consegna il rischio per i Prodotti forniti da SendCloud è a carico del Cliente.

5.5

Il Cliente ha l’obbligo di mettere a disposizione di SendCloud i dati dell’indirizzo del/dei destinatario/destinatari. Dopo che SendCloud ha ricevuto questi dati, darà al Cliente prima possibile la disponibilità di una etichetta digitale o di etichette digitali con i dati dell’indirizzo. I termini di consegna comunicati da SendCloud sono indicativi e non possono essere considerati come inderogabili. I termini di consegna indicati decorrono dal momento in cui il Contratto è stato effettivamente stipulato, si è raggiunto l’accordo su tutti i punti e dopo che SendCloud dispone di tutti i dati necessari per l’esecuzione del lavoro.

5.6

Il termine di consegna si basa sulle circostanze valide al momento della stipulazione del Contratto. Se si verificasse un ritardo in seguito a un cambiamento di tali circostanze, il termine di consegna verrà automaticamente protratto di conseguenza, senza pregiudizio di quanto qui in prosieguo esposto in merito alla forza maggiore.

5.7

SendCloud ha diritto di esternalizzare e/o incaricare terzi dell’esecuzione integrale o parziale del Contratto senza richiedere l’autorizzazione del Cliente e di addebitarne i costi al Cliente. Qualora il Cliente desideri coinvolgere terzi nell’esecuzione del Contratto, questo può avvenire soltanto dietro preventivo consenso scritto di SendCloud.

5.8

Ogni Contratto include la facoltà da parte di SendCloud di incaricare terzi, compresi a titolo esemplificativo i Corrieri, e di accettare le Tariffe ed eventuali limitazioni di responsabilità di tali terzi anche a nome del Cliente. SendCloud non è responsabile per la scelta di detti terzi, per loro eventuali inadempienze o per danni di qualsiasi natura o per qualsiasi causa, provocati dai summenzionati terzi, indipendentemente dall’elemento su cui si fonda la responsabilità, salvo che in caso di dolo o imprudenza intenzionale della direzione di SendCloud. L’effetto dell’articolo 76, libro 6 del Codice civile olandese è escluso.

5.9

SendCloud ha diritto di mettere temporaneamente fuori uso il Sito web per eseguirne la manutenzione.

Articolo 6 Obblighi del Cliente

6.1

Qualora il Cliente si trasferisca, oppure modifichi il proprio indirizzo (di fatturazione), indirizzo email e/o altri dati, avrà l’obbligo di comunicarlo a SendCloud in forma scritta tempestivamente, vale a dire prima del cambiamento.

6.2

Il Cliente è tenuto a comunicare a SendCloud sollecitamente tutti i fatti e tutte le circostanze che possano essere rilevanti al fine di una corretta esecuzione del Servizio, nonché tutti i dati e tutte le informazioni che SendCloud desidera ricevere.

6.3

Il Cliente è responsabile per l’apparecchiatura e l’occorrente, ad es. una stampante e la connessione internet, che sono necessari per poter usufruire del Servizio.

6.4

Il Cliente manleva SendCloud per tutti i costi, i danni e gli interessi che possano derivare da rivendicazioni provenienti da terzi, per qualsiasi motivo, indipendentemente dal fatto che riguardino (anche) il Cliente o no, in relazione a eventi, azioni o negligenze, nell’esecuzione o nell’ambito dell’esecuzione del Contratto o no, oppure in relazione a difetti di quanto consegnato dal Cliente. Il Cliente ha l’obbligo di stipulare un’assicurazione, di rimanere assicurato e di inviare a SendCloud, alla prima richiesta della stessa, una copia delle polizze rilevanti. Si esclude qualsiasi responsabilità di SendCloud per rivendicazioni di terzi nei confronti del Cliente, indipendentemente dall’elemento su cui si fonda la responsabilità.

6.5

Il Cliente ha l’obbligo d concedere a SendCloud tutta la collaborazione utile o necessaria secondo ragionevolezza per l’erogazione di un Servizio o la consegna di un Prodotto.

Articolo 7 Prezzi e Tariffe

7.1

Salvo che non sia stato pattuito o indicato altrimenti in forma scritta, tutti i prezzi comunicati da SendCloud in un determinato momento non includono IVA né altre imposizioni o diritti.

7.2

Il Cliente è tenuto a corrispondere a SendCloud le Tariffe che tutti i Corrieri hanno adottato nei confronti di SendCloud in relazione al Contratto, comprese in via non limitativa le maggiorazioni e le spese di spedizione, anche quando questo avviene successivamente alla consegna o alla risoluzione del Contratto.

7.3

Il Cliente può inoltrare un reclamo nei confronti di un Corriere tramite il suo account. SendCloud si impegnerà affinché il reclamo del Cliente venga accettato dal Corriere. SendCloud ha infatti l’obbligo di impegnarsi per tale fine. SendCloud corrisponderà al Cliente quanto il Corriere risarcirà in seguito al reclamo. L’inoltro di un reclamo da parte del Cliente, la mancata accettazione del reclamo del Cliente da parte del Corriere e/o il pagamento o il mancato pagamento da parte del Corriere di un risarcimento non pregiudica l’obbligo del Cliente ai sensi dell’articolo 7.2 di queste Condizioni generali né lo sospende.

7.4

Tutti i prezzi si basano sulle tassazioni, imposizioni e su altri fattori determinanti in vigore al momento della stipulazione del Contratto, comprese a titolo esemplificativo le Tariffe.

7.5

SendCloud si riserva espressamente il diritto di modificare i prezzi che adotta se e nella misura in cui fattori determinanti a tale riguardo, compresi in via non limitativa i fattori di cui al comma 4 del presente articolo, lo giustifichino.

7.6

Il ritocco di un prezzo non verrà applicato prima che siano trascorsi trenta (30) giorni dal momento in cui il Cliente ne ha ricevuto comunicazione scritta. Il Cliente ha diritto di recedere dal Contratto in caso di modifica dei prezzi nel corso del periodo contrattuale, senza che gli spetti alcuna forma di indennizzo da parte di SendCloud.

7.7

Se il Contratto viene ampliato o modificato su richiesta del Cliente, o se si verificano circostanze impreviste, questo può comportare costi aggiuntivi. SendCloud informa il Cliente prima possibile sui costi aggiuntivi. Ad eccezione del caso in cui si verifichi un’emergenza, SendCloud darà inizio alle attività che comportano costi aggiuntivi soltanto dopo avere ricevuto il consenso del Cliente.

Articolo 8 Pagamento

8.1

Salvo diverso accordo scritto, il pagamento deve essere effettuato entro otto (8) giorni dopo la data di fatturazione. La fatturazione avviene a posteriori, a partire dai quattordici (14) giorni successivi. Qualora l’importo fatturato non sia stato interamente pagato alla data di scadenza, il Cliente risulterà moroso alla mera scadenza del termine, senza che sia necessaria alcuna ingiunzione o messa in mora.

8.2

Qualora SendCloud non abbia ricevuto alcun pagamento entro il termine ai sensi del comma 1 del presente articolo, il Cliente ha l’obbligo di corrispondere a SendCloud un interesse pari all’interesse legale per le transazioni commerciali ai sensi dell’articolo 119a, libro 6 del Codice civile olandese, oltre al 2% e tutti i crediti che SendCloud detiene nei confronti del Cliente, derivanti da qualsiasi obbligazione, sono immediatamente e interamente esigibili. Nel calcolo dell’interesse sull’importo dovuto, si considera una parte di un mese come mese intero.

8.3

Qualora SendCloud non abbia ricevuto nessun pagamento entro il termine ai sensi del comma 1 del presente articolo, ha diritto di sospendere l’esecuzione delle sue obbligazioni nei confronti del Cliente fino a quando il pagamento non sia stato effettuato. Inoltre SendCloud ha diritto di rifiutare l’accesso ai Servizi al Cliente se, non appena e finché questo non adempie i suoi obblighi di pagamento nei suoi confronti.

8.4

Se SendCloud non ha ricevuto alcun pagamento entro il termine di cui al comma 1 del presente articolo, Il Cliente dovrà risarcire a SendCloud tutti i costi che la stessa ha sostenuto per la riscossione dell’insoluto, nella fattispecie:

a: onorario/ di avvocato/i per la sua/loro attività in via giudiziale e stragiudiziale, anche quando supera/superano le somme liquidate dal giudice, costi di ufficiali giudiziari, fiduciari e agenzie di recupero crediti, nonché le spese di esecuzione forzata. Le spese stragiudiziali sono quantificate al 15% della somma principale, con un importo minimo di € 150,-;

b: i costi per l’istanza di fallimento.

8.5

I pagamenti corrisposti dal Cliente servono sempre a coprire tutte le somme dovute e l’interesse, poi le fatture esigibili che sono rimaste scoperte più a lungo, anche quando il Cliente indica che il pagamento riguarda una fattura successiva. Tutti i pagamenti devono avvenire senza detrazione, sconto o compensazione.

8.6

SendCloud avrà sempre diritto di richiedere, anche durante l’esecuzione di un Contratto e indipendentemente dal fatto che una o più fatture esigibili non siano state saldate o non siano state saldate interamente, il pagamento anticipato o la costituzione di una garanzia bancaria, in ogni caso di una copertura di uguale entità come garanzia per il pagamento dell’insoluto. Il Cliente avrà l’obbligo di ottemperare a tale richiesta. In quel caso SendCloud ha anche diritto di sospendere l’esecuzione dei suoi obblighi nei confronti del Cliente, fino a pagamento avvenuto o fino alla costituzione della garanzia. Questo vale anche quando SendCloud ha motivo di dubitare della disponibilità a effettuare il pagamento e/o del merito creditizio del Cliente. Se il Cliente rifiuta di eseguire quanto SendCloud chiede, la stessa è libera di considerare il Contratto come risolto, fatti salvi i suoi diritti al risarcimento di tutti i danni, tutte le spese e del lucro cessante.

8.7

Qualora in un determinato momento venga eseguito un sequestro a carico del Cliente, questo lo comunicherà a SendCloud entro 24 ore.

8.8

Se il Cliente non è l’utilizzatore finale di quanto consegnato da SendCloud, la stessa ha diritto, in caso di ritardo di pagamento di almeno tre (3) mesi, di informare l’utilizzatore finale al riguardo ed eventualmente di stipulare un Contratto direttamente con l’utilizzatore finale.

8.9

Si esclude espressamente qualsiasi ricorso a compensazione o sospensione da parte del Cliente, salvo che SendCloud abbia preventivamente accettato in forma scritta una specifica sospensione o compensazione e il credito che in tale caso viene sospeso o compensato sia stato riconosciuto incondizionatamente in forma scritta da SendCloud.

8.10

SendCloud può esercitare sempre i diritti esposti in questo articolo anche nei confronti di un’impresa associata al Cliente, per un credito che SendCloud vanta nei confronti del Cliente e/ o di un’azienda associata al Cliente. Un’impresa si considera associata a un’altra impresa se tale impresa appartiene per il 50% o più allo stesso proprietario, oppure se è controllata da o esercita il controllo direttamente o indirettamente per il 50% o più sull’altra impresa e/o fa parte per il 50% o più di uno stesso gruppo insieme all’altra impresa.

Articolo 9 Abbonamenti SendCloud

9.1

Vi sono quattro tipologie di abbonamenti: Essential, Small Shop, Large Shop e Business.  Essential non comporta alcun costo di abbonamento per il Cliente. Nell’ambito di Essential, il Cliente paga separatamente le Tariffe convenute per ogni Servizio erogato (ovvero ogni spedizione sulla base di un contratto di spedizione tra SendCloud e un Corriere). Per gli altri abbonamenti il Cliente paga un contributo mensile. Oltre alla spedizione in base a un contratto di spedizione stipulato tra Sendcloud e un Corriere, con un abbonamento Small Shop, Large Shop o Business il Cliente può utilizzare anche il Sito web e le sue funzionalità correlate, mentre invia una spedizione tramite un proprio contratto con un Corriere. Il corriere menzionato nella frase precedente non è da considerarsi come Corriere ai sensi delle presenti Condizioni generali. Il servizio per reclami, ai sensi dell’articolo 7.3 di queste Condizioni generali, non è fornito per le spedizioni qui menzionate come ultime.

9.2

Sottoscrivendo un abbonamento Small Shop, Large Shop o Business, il Cliente acconsente a ottenere l’accesso immediato a Small Shop, Large Shop o Business. L’abbonamento Small Shop, Large Shop o Business continua automaticamente fino alla sua scadenza o risoluzione. Il Cliente può disdire ogni mese un abbonamento mensile Small Shop, Large Shop o Business, mentre un abbonamento annuale Small Shop, Large Shop o Business può essere disdetto una volta l’anno, prima della fattura annuale immediatamente successiva.

9.3

Il Cliente può iniziare a usare l’abbonamento Small Shop, Large Shop o Business con un periodo di prova se questo gli è stato comunicato al momento della sottoscrizione. In tale caso il Cliente può provare gratuitamente Small Shop, Large Shop of Business per quattordici (14) giorni o secondo quanto gli è stato comunicato al momento della sottoscrizione. Il Cliente avrà l’obbligo di pagare i costi di abbonamento se non ha disdetto l’abbonamento Small Shop, Large Shop o Business prima della fine del periodo di prova. Egli può vedere i costi e la data della fine del periodo di prova eseguendo il login nel Sito web e cliccando sulla linguetta “Abbonamento” alla pagina “Impostazioni” .

9.4

I costi di abbonamento per Small Shop, Large Shop o Business, come tutti gli altri costi e le Tariffe che il Cliente deve corrispondere per l’uso di SendCloud, vengono addebitati con frequenza mensile. I costi di abbonamento vengono addebitati per la prima volta il giorno in cui viene attivato l’abbonamento (proporzionalmente). Successivamente i costi di abbonamento sono computati con frequenza mensile, il primo giorno del nuovo mese. L’abbonamento Small Shop, Large Shop o Business inizia il giorno immediatamente seguente alla conclusione di un eventuale periodo di prova.

9.5

L’abbonamento Small Shop, Large Shop o Business può essere disdetto in qualsiasi momento eseguendo il login nel Sito web e disattivandolo. Non appena l’abbonamento è stato disattivato, Small Shop, Large Shop o Business non è più disponibile e il Cliente non ha più accesso all’abbonamento corrispondente. Per riottenere e conservare l’accesso a Small Shop, Large Shop o Business fino alla fine del periodo stipulato è sufficiente riattivare l’abbonamento. Il Cliente deve quindi provvedere a disattivare l’abbonamento prima dell’inizio del periodo seguente di fatturazione. Non è possibile richiedere crediti per l’uso di Servizi durante un periodo più breve di un (1) mese. Allo stesso modo non si possono richiedere crediti per un abbonamento annuale. Se l’abbonamento viene disdetto, si conclude automaticamente alla fine del periodo di fatturazione in corso.

9.6

SendCloud ha diritto di apportare unilateralmente in qualsiasi momento delle modifiche durante il periodo di abbonamento riguardanti i costi e/o i Servizi senza dover concedere al Cliente alcuna forma di risarcimento del danno. Una modifica nel senso qui inteso non verrà applicata prima di trenta (30) giorni dopo che il Cliente ne ha ricevuto comunicazione scritta.

 

Articolo 10 Forza maggiore

10.1

Se SendCloud non può adempiere i suoi obblighi contrattuali, che comprendono eventuali obblighi di garanzia concordati, per cause di forza maggiore o di altre circostanze straordinarie tra cui, a titolo meramente esemplificativo, incedi, scioperi, stagnazione nella fornitura di prodotti, malfunzionamenti di internet o del computer, provvedimenti imposti dai governi, difetti e/o malfunzionamenti imprevisti presso SendCloud o i Corrieri o i suoi fornitori, oppure un’inadempienza da parte di un terzo incaricato da SendCloud o di un Corriere, SendCloud si riserva il diritto eseguire il Contratto, interamente o parzialmente, in un momento successivo.

10.2

In presenza di una causa di forza maggiore immediatamente riconoscibile come permanente o nel caso in cui la causa di forza maggiore abbia avuto una durata superiore a tre mesi, il Cliente ha diritto di sciogliere il Contratto interamente o parzialmente, senza che SendCloud debba concedergli alcuna forma di risarcimento del danno.

 

Articolo 11 Responsabilità

11.1

La responsabilità di SendCloud si limita esclusivamente a un’inadempienza contrattuale nel caso in cui questa sia provocata da sua grave negligenza, nonché da un’azione errata di SendCloud, gravemente imputabile alla stessa.

11.2

SendCloud non è in alcun modo responsabile se il Cliente non ha seguito, ha seguito solo parzialmente e/o non correttamente i consigli e/o le istruzioni date da SendCloud o da terzi da lei incaricati, indipendentemente dall’elemento su cui si fonda la responsabilità.

11.3

SendCloud non è in alcun modo responsabile per il danno se il Cliente si è assicurato contro tale danno, ovvero avrebbe potuto assicurasi in base al principio della ragionevolezza, indipendentemente dall’elemento su cui si fonda la responsabilità. Il Cliente manleva SendCloud da rivendicazioni di assicuratori a questo riguardo.

11.4

SendCloud non è mai responsabile per danni consecutivi, compresi a titolo esemplificativo il lucro cessante, i risparmi mancati, i danni immateriali, i danni all’azienda o all’ambiente, indipendentemente dall’elemento su cui si fonda la responsabilità.

11.5

Ogni pretesa avanzata dal Cliente nei confronti di SendCloud decade se, dopo un (1) anno dal momento in cui tale pretesa è venuta a sussistere, non è effettivamente pendente un procedimento giudiziario di merito contro SendCoud intentato dal Cliente per questa ragione. A pena di decadenza di ogni pretesa di risarcimento del danno, il Cliente è tenuto a comunicare i reclami per danni in forma scritta a SendCloud entro e non oltre tre (3) mesi dal momento in cui ha scoperto o avrebbe potuto scoprire il danno.

11.6

Se e nella misura in cui si possa attribuire qualche responsabilità a SendCloud, nonostante le disposizioni del presente articolo, tale responsabilità in caso di danni a cose si limita ai costi di riparazione e sostituzione fino all’importo della somma principale come essa è riportata sulla fattura corrispondente. In caso di danni alle persone e in tutti gli altri casi eventuali, la responsabilità di SendCloud è sempre limitata all’indennità a cui dà diritto l’assicurazione di responsabilità civile stipulata da SendCloud, maggiorata dalla franchigia che è a carico della stessa a fronte dell’assicurazione. Se e nella misura in cui non possa essere corrisposta nessuna indennità in virtù della summenzionata assicurazione per qualsiasi motivo, la responsabilità totale, indipendentemente dall’elemento su cui questa si fonda, è sempre limitata all’importo addebitato da SendCloud in relazione al Contratto corrispondente, con un limite massimo di € 10.000.

11.7

Se terzi che SendCloud ha incaricato di eseguire il Contratto limitano la loro responsabilità al riguardo, tutti i Contratti stipulati con SendCloud comprendono la facoltà della stessa di accettare tali limitazioni della responsabilità anche a nome del Cliente. Si esclude qualsiasi responsabilità propria di SendCloud per inadempienze impreviste di queste terze parti incaricate dell’esecuzione.

11.8

SendCloud non è in nessun caso responsabile del danno che deriva dalla indisponibilità (temporanea) del Sito web o di un Servizio, indipendentemente dall’elemento su cui si fonda la responsabilità. SendCloud non è mai responsabile per l’uso non autorizzato dei codici per il login.

11.9

Le disposizioni del presente articolo non sono valide se il danno è causato da dolo o imprudenza intenzionale della direzione di SendCloud.

Articolo 12 Reclami

12.1

Il Cliente non può più reclamare che quanto gli è stato fornito non è conforme al Contratto se non lo ha comunicato in forma scritta a SendCloud entro otto (8) giorni dalla consegna. SendCloud non ha l’obbligo di provvedere all’evasione dei reclami se questi riguardano anomalie minori.

12.2

Nel caso e nella misura in cui SendCloud stabilisca che quanto ha fornito non è conforme al Contratto, essa eseguirà – a propria discrezione – una nuova consegna o una consegna addizionale o applicherà una riduzione (proporzionale) del prezzo d’acquisto. Nel caso e nella misura in cui SendCloud consegni dei Prodotti sostitutivi, il cliente ha l’obbligo di rimandare subito a proprie spese i Prodotti difettosi a SendCloud.

12.3

Il Cliente è tenuto a comunicare in forma scritta i reclami relativi a fatture emesse da SendCloud entro otto (8) giorni dalla data riportata sulla fattura. Trascorso questo termine, i reclami non verranno più presi in considerazione e il Cliente avrà rinunciato ai suoi (presunti) diritti.

12.4

Salvo diverso accordo scritto, SendCloud non garantisce mai che quanto viene fornito sia idoneo a un determinato scopo.

 

Articolo 13 Sospensione e disdetta

13.1

Se, non appena e finché il Cliente non rispetta una o più delle sue obbligazioni nei confronti di SendCloud derivanti da un Contratto stipulato con la stessa e/o dalle presenti Condizioni generali, o non le rispetta puntualmente o correttamente, SendCloud ha diritto di sospendere interamente o parzialmente l’esecuzione dei suoi obblighi nei confronti del Cliente. In tale caso il Cliente è tenuto a risarcire tutti i danni che SendCloud subisce per questo, compreso in via non limitativa il lucro cessante. Se e non appena il Cliente è in stato di mora, SendCloud ha facoltà di risolvere interamente o parzialmente il Contratto con il Cliente.

13.2

La risoluzione comporta l’immediata esigibilità reciproca dei crediti esistenti. Il Cliente è responsabile per il danno subito in tali circostanze da SendCloud, che consiste tra l’altro nel lucro cessante e nei costi.

13.3

Se e nella misura in cui il Cliente sia stato dichiarato in stato di fallimento o sia stata presenta l’istanza di fallimento, abbia richiesto l’amministrazione controllata, o abbia perduto la capacità di disporre del proprio patrimonio o di parti di questo perché sottoposto a sequestro, a regime di curatela o per altre cause, SendCloud ha diritto di sciogliere il Contratto senza adire vie legali e senza che sia necessaria alcuna costituzione in mora, salvo che il curatore o l’amministratore riconosca gli obblighi derivanti dal Contratto in oggetto come debiti a carico della massa patrimoniale.

 

Articolo 14 Riserva di proprietà

14.1

Il trapasso della proprietà dei prodotti consegnati da SendCloud al Cliente avviene dopo che lo stesso ha pagato interamente quello che deve a SendCloud, a fronte di un Contratto e/o delle presenti Condizioni generali.

14.2

Se e non appena SendCloud si avvale del diritto di riserva di proprietà, ha facoltà di procurarsi il possesso dei Prodotti anche accedendo al terreno/magazzino del Cliente. Per questa circostanza, il Cliente concede fin da ora a SendCloud una procura incondizionata e irrevocabile.

14.3

Fino a che non è avvenuto il trasferimento della proprietà dei Prodotti al Cliente, lo stesso non può gravare, alienare, dare in pegno, noleggiare o porre fuori dal suo (effettivo) controllo i Prodotti, in qualsiasi modo o a qualsiasi titolo, fatto salvo quanto disposto nel comma 4 del presente articolo.

14.4

Il Cliente è autorizzato a vendere i Prodotti nell’esercizio della sua usuale attività commerciale, intendendosi che, finché il Cliente non avrà pagato interamente i Prodotti e non avrà adempiuto i suoi obblighi nei confronti di SendCloud, per qualsiasi causa, SendCloud può subentrare nei diritti del Cliente nei confronti degli acquirenti di quest’ultimo. Questi diritti comprendono espressamente tutti i crediti (futuri) ed eventuali rivendicazioni (future) a causa di danni ai Prodotti o della loro perdita. Il Cliente trasferisce già questi diritti, per quanto necessario, a SendCloud, la quale a sua volta li accetta.

14.5

A integrazione della riserva di proprietà ai sensi del presente articolo, SendCloud si riserva un diritto di pegno (senza spossessamento) su tutti i Prodotti consegnati al Cliente e ancora proprietà di SendCloud, a garanzia dell’adempimento da parte del Cliente di tutti i crediti (futuri) che SendCloud, per qualsiasi causa, vanta o potrà vantare nei suoi confronti. Il Cliente è tenuto a collaborare alla prima richiesta da parte di SendCloud per redigere un atto al riguardo e registrarlo.

14.6

Il Cliente ha l’obbligo di informare immediatamente SendCloud di eventuali azioni di terzi che riguardano i Prodotti appartenenti a SendCloud.

14.7

Il Cliente ha l’obbligo di assicurare adeguatamente i Prodotti in suo possesso contro furti, danni causati da incendio, esplosione, acqua ecc. e inviare a SendCloud, alla prima richiesta della stessa, una copia delle polizze rilevanti.

 

Articolo 15 Diritti di proprietà intellettuale

15.1

Tutti i diritti di proprietà intellettuale, come marchi commerciali e diritti d’autore sul nome di SendCloud, il Sito web e il software spettano a SendCloud o ai licenzianti. È vietato ogni uso del summenzionato nome, Sito web, software e dei suoi contenuti, ed è proibita la moltiplicazione, la divulgazione, la riproduzione o la memorizzazione integrale o parziale di tali contenuti per un uso diverso da quello proprio del Cliente senza specifica precedente autorizzazione scritta da parte di SendCloud. È vietata la rivendita o la messa a disposizione a terzi da parte del Cliente dei Servizi o dei Prodotti che SendCloud ha fornito senza la specifica precedente autorizzazione scritta di SendCloud.

15.2

Tutti i diritti di proprietà intellettuale sui Prodotti o sui Sevizi forniti al Cliente spettano esclusivamente a SendCloud, ai suoi licenzianti o ai suoi fornitori. Il Cliente non può (fare) rimuovere da, modificare o riprodurre nessun contrassegno sui Servizi o sui Prodotti che SendCloud ha fornito se il contrassegno riguarda il carattere confidenziale o i diritti d’autore, i marchi, le denominazioni commerciali o qualsiasi altro diritto di proprietà intellettuale.

15.3

Il Cliente ottiene esclusivamente i diritti d’uso che gli competono in base alle presenti Condizioni generali, al Contratto e alla legge. Un diritto d’uso spettante al Cliente non è esclusivo, non può essere trasferito né gravato da pegno né concesso in sublicenza.

 

Articolo 16 Disposizioni finali

16.1

Se qualsiasi clausola del Contratto sia o possa essere dichiarata non valida o nulla, questo non pregiudicherà la validità delle altre clausole e le parti si consulteranno e, in merito alla clausola non valida o nulla, concorderanno in modo tale che, per quanto consentito dalla legge, la clausola in oggetto sia sostituita da clausole valide e di efficacia giuridica che abbiano per quanto possibile lo stesso significato della clausola originaria.

16.2

In caso di violazione degli obblighi imposti negli articoli 4 (riservatezza), 14 (riserva di proprietà) e 15 (proprietà intellettuale) delle presenti Condizioni generali, il Cliente paga, senza che sia necessaria un’ingiunzione o una dichiarazione precedente, a favore di SendCloud o del/dei suo/suoi successore/i a titolo universale o particolare una multa immediatamente esigibile e non soggetta a ritenute, sospensioni o compensazioni di € 10.000 (diecimila euro) per singola infrazione, maggiorata da una multa di € 100 (cento euro) per ogni giorno o parte della giornata in cui la violazione continua, se si tratto di un’infrazione che dura nel tempo. Quanto sopra esposto non pregiudica i diritti di SendCloud al risarcimento del danno se l’entità del danno supera il totale della multa dovuta, il diritto di esigere l’adempimento, il diritto di intentare un procedimento giudiziario (anche un eventuale giudizio sommario), il diritto di dare esecuzione a un divieto giudiziale e tutti gli altri diritti che la legge le attribuisce. L’importo della multa è maggiorato dall’interesse legale per le transazioni commerciali, che è dovuto dal giorno in cui la multa diviene esigibile.

16.3

Tutte le transazioni effettuate da SendCloud, compresi i Contratti stipulati dalla stessa, sono disciplinati esclusivamente dalla legge olandese. L’applicazione della Convenzione di Vienna sui contratti per la vendita internazionale di beni mobili (CISG) e/o di altre convenzioni internazionali sulla compravendita di beni mobili è espressamente esclusa.

16.4

Tutte le controversie derivanti dai Contratti stipulati tra le parti saranno sottoposte esclusivamente al giudice olandese competente del circondario di Oost-Brabant.