Skip to main content

Gestire le spedizioni ecommerce è una sfida cruciale per vendere online con successo.

Secondo uno studio, il valore globale delle spedizioni ecommerce raggiungerà una cifra record di 557 miliardi di euro entro il 2025, ma il 54% delle aziende europee che vendono online afferma che il proprio potenziale di vendita è limitato o fortemente impattato dalle capacità logistiche.

Per ottimizzare il processo di consegna le aziende devono puntare sull’efficienza, sulla sostenibilità e sull’automazione delle spedizioni, sviluppando una strategia di consegna efficace che raggiunga i clienti in modo rapido e senza intoppi.

In questo articolo, approfondiremo nel dettaglio come funzionano le spedizioni per ecommerce, aiutandoti a ottimizzare le operazioni logistiche del tuo negozio.

  1. Come funzionano le spedizioni per ecommerce
  2. Come gestire le spedizioni per ecommerce e ridurre i costi
  3. Come scegliere il corriere ecommerce più adatto
  4. Spedizioni nazionali e internazionali: come ottimizzarle
  5. Automazione: la soluzione per ottimizzare ogni spedizione

Come funzionano le spedizioni per ecommerce

La logistica ecommerce è radicalmente diversa rispetto alla logistica tradizionale. Per capire come funzionano le spedizioni per ecommerce, analizziamo le differenze più rilevanti. 

 

La logistica tradizionale interessa le attività B2B o della GDO, e prevede scambi di merce generalmente grandi e regolari, con un flusso e una domanda che vengono programmati in anticipo e restano costanti durante l’anno.

 

La logistica ecommerce, invece, interessa soprattutto il segmento B2C ed è più frammentata rispetto alla logistica classica.

 

Le spedizioni possono avvenire tramite touch-point diversi (negozio online, marketplace, punto vendita fisico, ecc.), prevedono un flusso maggiore e più frequente, e sono influenzate dalla stagionalità e dai periodi promozionali (come il Black Friday).

 

Inoltre, la gestione dei resi passa in primo piano e diventa parte integrante della procedura di spedizione.

Come gestire le spedizioni per ecommerce e ridurre i costi

L’aumento dei costi di spedizione rischia di intaccare i profitti delle aziende che vendono online, con un notevole impatto sull’operatività a lungo termine.

Le statistiche non lasciano spazio a dubbi: da marzo 2020 a oggi, il costo per spedire un container via mare è cresciuto di sette volte. 

E anche per le spedizioni su gomma o via aerea, l’aumento del prezzo del carburante sta facendo schizzare i costi alle stelle.

In altre parole, gestire le spedizioni per ecommerce in modo più efficace e ridurre i costi è un aspetto che non può essere trascurato.
tariffe di spedizione sendcloud

Come ridurre i costi di spedizione

Ecco qualche consiglio per gestire le spedizioni per ecommerce in modo efficiente e abbattere i costi.

  1. Ottimizza le dimensioni dell’imballaggio

Il primo consiglio per le tue spedizioni economiche è ridurre e ottimizzare le dimensioni del pacco.

I corrieri per ecommerce, per calcolare il preventivo della spedizione, prendono in considerazione il peso volumetrico, ovvero una metrica che tiene conto dell’ingombro e del peso del collo, per determinare il suo volume.

Ciò significa che riducendo le dimensioni del pacco potrai risparmiare sulle spese di spedizione.

Per farlo, evita di lasciare spazi vuoti all’interno del pacco, utilizza materiali leggeri e ricicla le scatole per i resi. In questo modo, risparmierai sui costi per i materiali di imballaggio e potrai offrire un’esperienza di packaging brandizzata che lascia il segno.

  1. Contratta le tariffe con i corrieri

Se spedisci spesso e regolarmente, puoi ridurre i costi di spedizione contrattando tariffe personalizzate con i corrieri.

Utilizzando una piattaforma per spedizioni come Sendcloud, potrai accedere a tariffe pre-negoziate con Poste Italiane e BRT: noi le abbiamo già contrattate per te, così puoi iniziare subito a risparmiare sulle spese di spedizione.

Se le tue sono spedizioni ingombranti o contengono merce fragile, chiedi ai corrieri una tariffa personalizzata per le tue spedizioni: oltre alla possibilità di risparmiare cifre considerevoli rispetto alle tariffe standard, potrai includere servizi aggiuntivi come l’assicurazione sulle spedizioni per proteggere il valore delle tue merci.

  1. Scegli la tipologia di spedizione più adatta

Lo sapevi che il 48% dei carrelli ecommerce vengono abbandonati per i costi extra – tra cui le spese di spedizione – troppo alti?

Se vuoi evitare che ciò accada, dovrai valutare con attenzione la tipologia di spedizione da ai tuoi clienti, scegliendo tra:

  • Spedizione gratuita: l’opzione di spedizione più ambita dai clienti, ma difficilmente sostenibile per i negozi online nel contesto operativo attuale.
  • Spedizione a tariffa fissa: questa soluzione evita di riservare brutte sorprese ai clienti in fase di check-out, ma potrebbe scoraggiare l’acquisto di prodotti di basso valore se le spese di spedizione sono superiori al costo della merce.
  • Spedizione gratuita a partire da una certa soglia: questa tipologia di spedizione prevede l’invio gratuito della merce a partire da una soglia minima di spesa. Oltre a permetterti di gestire le spedizioni per ecommerce in modo più efficace, è un’ottima strategia per incentivare l’aggiunta di articoli al carrello e aumentare le vendite online.
  1. Migliora l’efficienza 

Gestire le spedizioni per ecommerce passa soprattutto dall’efficienza con cui spedisci: migliorandola, potrai spedire di più e risparmiare su ogni singolo invio sfruttando l’economia di scala.

Per iniziare subito a farlo, con Sendcloud – la piattaforma integrata che ti permette di gestire e ottimizzare le spedizioni per marketplace e per ecommerce con soluzioni innovative. Ad esempio integrare un’offerta multi-corriere o utilizzare strumenti interattivi per creare etichette di spedizione gratuite, trovare l’hs code dei prodotti, creare picking list in blocco e altro ancora.

Come scegliere il corriere ecommerce più adatto.

La scelta del corriere a cui affidare le tue consegne è un aspetto cruciale per spedire con successo. Secondo un’indagine recente, il 68% degli shopper online in Italia si aspetta di ricevere il pacco entro 3-5 giorni dalla data dell’ordine (e il 13% entro 1-2 giorni).

Ciò significa che per vendere di più, devi spedire meglio.

Quindi, come scegliere il corriere per ecommerce più adatto? Ecco cosa tenere in considerazione al momento della scelta:

  • Luogo di spedizione: il primo aspetto da valutare è il luogo di invio dei prodotti. Comincia con l’analisi delle vendite: quante di queste vengono effettuate in Italia o verso paesi esteri? Con quale frequenza? Preferisci continuare a vendere all’estero o concentrarti sul territorio italiano per aumentare i margini di profitto? Nel primo caso, tieni a mente che i costi spedizioni internazionali sono elevati e dovrai trovare un corriere competitivo per mantenere intatto il tuo guadagno.
  • Tipo di prodotto: se vendi merci particolari (per esempio, prodotti medici o farmaceutici, tossici o pericolosi, oppure alimenti deperibili), dovrai trovare un corriere capace di gestire le spedizioni del tuo ecommerce per garantire una consegna senza intoppi: nel caso di prodotti alimentari deperibili, assicurati che il corriere disponga di veicoli isotermici per mantenere la catena del freddo.
  • Gestione dei resi: se il tuo negozio online gestisce un’ampia quantità di resi, assicurati che il corriere offra il servizio come parte della spedizione tramite l’etichetta di ritorno. In questo modo, la procedura sarà molto più semplice e veloce per i clienti.
  • Offerta di contrassegno: potrà sembrare anacronistico, ma in Italia la spedizione in contrassegno continua a essere utilizzata da molte persone. Quindi, se pensi di offrirlo ai tuoi clienti, verifica che il corriere lo includa tra i metodi di pagamento accettati.
  • Limitazioni territoriali di consegna: in Italia le spedizioni hanno vincoli territoriali, soprattutto per l’invio della merce verso isole o aree remote (le cosiddette zone disagiate). Se i tuoi clienti si trovano in queste zone, verifica la disponibilità di consegna e i costi accessori da sostenere prima di firmare il contratto con il corriere.

Vuoi approfondire? Scarica la nostra guida gratuita qui sotto e metti subito a confronto i principali corrieri italiani e i loro servizi di spedizione, comparandone prezzi, punti di forza e di debolezza e molto altro!

Spedizioni nazionali e internazionali: come ottimizzarle

Ora che abbiamo visto come ridurre i costi di spedizione e scegliere il corriere, scopriamo come ottimizzare le spedizioni ecommerce nazionali e internazionali.
international shipping

Spedizioni nazionali: come gestirle in modo efficace

 

Le spedizioni effettuate sul territorio italiano sono più facili da gestire, ma vanno comunque ottimizzate per assicurare una consegna rapida e puntuale ai tuoi clienti.

 

Per le spedizioni verso Italia, hai un’ampia scelta di corrieri e opzioni di spedizione: offri ai tuoi clienti la possibilità di fare lo stesso, consentendo loro di scegliere l’opzione più adatta.

 

Mentre alcuni acquirenti saranno disposti a pagare un extra per una consegna più veloce, altri non avranno fretta di ricevere il pacco e preferiranno risparmiare sulla spedizione. Altri ancora, invece, vorranno ritirare l’ordine presso un punto di raccolta tramite il Click & Collect.

 

A prescindere dall’opzione di spedizione utilizzata, offri ai clienti la possibilità di tenere traccia in tempo reale della consegna con email di tracking personalizzate e cerca di trasformare l’attesa in desiderio.

 

Spedizioni internazionali: come ottimizzarle per abbassare i costi

 

Le spedizioni internazionali richiedono una serie di accorgimenti aggiuntivi. In questo caso, affidarsi a un corriere di qualità è indispensabile per garantire una consegna puntuale e senza interruzioni.

 

Prima di spedire, verifica di essere in regola con tutti gli adempimenti previsti (tra cui la fattura commerciale, i moduli doganali e l’HS code), informa il cliente di eventuali costi a suo carico e offri una tempistica di spedizione realistica senza false promesse.

 

Inoltre, valuta con attenzione l’offerta del reso: provenendo dall’estero, il costo da sostenere per la spedizione dei resi potrebbe ridurre drasticamente il tuo margine di profitto.

Automazione: la soluzione per ottimizzare ogni spedizione

 

Siamo arrivati alla conclusione di questa guida su come gestire le spedizioni ecommerce: speriamo di esserti stati d’aiuto per capire

 

Le spedizioni ecommerce richiedono lavoro, dedizione e cura dei dettagli: come un’orchestra, la spedizione perfetta è un insieme di elementi che suonano in sincronia tra loro.

 

Ed è proprio per questo motivo che la soluzione per ottimizzare ogni spedizione passa dall’automazione!

 

Utilizzando una piattaforma per spedizioni come Sendcloud, potrai liberarti del carico di lavoro manuale, ridurre gli errori di compilazione e gestire tutte le operazioni logistiche un unico posto per superare le aspettative dei clienti, risparmiando tempo e denaro da dedicare al tuo business.

 

Cosa aspetti? Prenota subito una demo gratuita e oppure crea il tuo account Sendcloud gratis, connetti il tuo negozio online e inizia a spedire.

Leave a Reply