Skip to main content

Esattamente 10 anni fa, gestire le spedizioni era un grosso problema per ogni ecommerce. Spinti dalla mancanza di una soluzione nel mercato e decisi a smettere di sprecare tempo con le spedizioni, Rob, Bas e Sabi fondarono Sendcloud. Da quel momento ebbe inizio un’avventura incredibile! Vuoi sapere com’è andata? Sei nel posto giusto. Preparati a salire a bordo della navicella spaziale di Sendcloud per viaggiare nel tempo attraverso questi 10 incredibili anni di innovazione. Si parte!

3,2,1… Pronti al decollo: la nascita di Sendcloud

Prima di iniziare, ti raccontiamo un fatto divertente. Sapevi che ad oggi sono in circa 500 i talenti che lavorano in Sendcloud? Questi, nel corso degli anni, hanno iniziato a chiamare Sendcloud “Rocket ship”, razzo spaziale. Ti chiedi come mai? Perché il cielo non ha limiti qui a Sendcloud: vogliamo crescere e vincere insieme, il tutto ad altissima velocità.

Vediamo quali sono i traguardi raggiunti in un decennio.

Come tutto ebbe inizio

I nostri tre fondatori non sono stati solo soci d’affari, ma anche grandi amici per molto tempo.

Durante i loro studi avevano lanciato un negozio online che vendeva accessori per smartphone. Diciamocelo: un business con altissima competitività e margini praticamente nulli. Come avrebbero potuto sopravvivere con tutti quei costi di spedizione e tutto quel lavoro manuale per creare le etichette per ogni ordine? “Tutto questo è assolutamente ridicolo, viviamo nell’era digitale”, pensarono.

Iniziarono a cercare una soluzione su Google e su diversi forum, scoprendo che non ne esisteva nessuna. “Ne ho abbastanza, facciamola noi”. Così chiamarono un altro amico che senza indugi salì a bordo della navicella spaziale. Era il primo sviluppatore di Sendcloud.

L’unica cosa che mancava per decollare era un contratto con un corriere, che permettesse di creare la prima connessione con il loro software.

The rise of Sendcloud

Il potere delle partnership

Senza corrieri non può esistere una soluzione per le spedizioni

Avere appena vent’anni non era proprio un vantaggio per concludere affari con i manager di enormi aziende di spedizioni. Così, i tre fondatori iniziarono a contattare le piccole aziende di spedizione che avevano partnership con quelle più grandi. Ma i grossi corrieri nazionali non ne furono entusiasti e iniziarono a rendergli il lavoro più complesso di quello che avevano immaginato.

“Per fortuna conoscevamo il nipote del CFO di PostNL e gli abbiamo fatto un’offerta di 150 euro più una cassa di birre per metterci in contatto con suo zio, ahah! Alla fine suo zio ci inviò un’email e ci mise in contatto con il direttore ecommerce. Così ebbe inizio il tutto.” | Rob van den Heuvel, CEO (Sendcloud)

Rob, Bas e Sabi sapevano che non sarebbero mai riusciti ad ottenere un buon contratto da PostNL. Ma quando i responsabili del corriere nazionale andarono a incontrarli nel loro cosiddetto “ufficio” (la casa di uno dei loro genitori), gli proposero un ottimo accordo, che gli permise di offrire sconti ai primi utenti di Sendcloud. DHL gli seguì poco, non appena i primi risultati si fecero vedere.

Con un’alta domanda da parte dei consumatori e un crescente numero di utenti, collegare un numero maggiore di corrieri divenne sempre più importante. Iniziò a delinearsi la chiave del successo della nostra piattaforma: l’offerta di una soluzione multicorriere e di integrazioni dirette con gli shop system e i marketplace.

Oltre a questo, gli utenti potevano scegliere se usare le nostre tariffe agevolate con i corrieri o caricare i propri contratti diretti. Oggi, la combinazione di entrambi sta aiutando moltissimi venditori online a spedire nel modo più efficiente possibile.

Ora, 10 anni dopo. Siamo riusciti a integrare più di 80 corrieri in tutta Europa. Abbiamo persino costruito una soluzione che permette ai corrieri di integrarsi a Sendcloud.

“Grazie alla sua estesa rete di corrieri, Sendcloud ti permette di spedire in modo flessibile e scalabile.” | Lars Ackerman, Bloomon

Sendcloud integrations

La community: Sendcloud Tribe

Senza partner non c’è successo. Questa è una delle prime cose che abbiamo imparato lavorando in una start up. Ecco perché abbiamo creato un team interno che si occupa di costruire e mantenere le partnership. Che siano soluzioni SaaS per costruire e ottimizzare business online, digital agency o piattaforme digitali, condividiamo un obiettivo comune: aiutare i venditori online a crescere.

Con questo mindset stiamo continuando ad allargare la nostra community, Sendcloud Tribe, e abbiamo creato più di 60 integrazioni con diversi shop system, marketplace, sistemi WMP ed ERP e perfino soluzioni di pagamento per risolvere il problema dell’elevato costo dei resi.

“Ci siamo accorti che le partnership sono un preziosissimo valore aggiunto al nostro prodotto e servizio. Un modo perfetto per scalare più velocemente di altri competitor. Inoltre, per noi le partnership sono molto più del profitto. Si tratta di costruire una community di cui le persone vogliono far parte, di essere un market-magnet”. | Roland Jansen, Global Head of Partnerships (Sendcloud)

Sendcloud integrations

La crescita: dalla generazione di etichette alla rivoluzione del processo di spedizione

Fin dall’inizio abbiamo dato il massimo per costruire la miglior soluzione nel mercato per semplificare le spedizioni. Una bella sfida, eh? Per capire meglio di cosa stiamo parlando, ci addentreremo all’interno della piattaforma di Sendcloud, alla scoperta di cos’è stato sviluppato e del perché è stato sviluppato. Questo ti aiuterà a capire il modo in cui le varie funzionalità rendono semplici e veloci ognuna delle complessità legate alle spedizioni.

Etichette? Ti basta un clic sul pulsante

La prima e più apprezzata funzionalità di Sendcloud è la creazione delle etichette. Questa funzionalità consente ai venditori che connettono i loro store a Sendcloud, di stampare le etichette in un solo clic. Così si elimina anche ogni errore.

Ebbene sì, anche con una semplice soluzione come questa si può fare innovazione. Le regole di spedizione sono state introdotte solo dopo qualche anno e la generazione automatica delle etichette ancora più tardi. Queste funzionano con uno scenario basato su una logica: “se succede questo (e questo), allora fai succedere quello”. Questo scenario, una volta configurato, viene applicato a tutti gli ordini che soddisfano i criteri e li configura automaticamente, in modo che rispettino le regole.

“Quel semplice portale online nato per generare etichette per qualche corriere olandese, si è trasformato in una soluzione all-in-one per automatizzare la logistica su larga scala. In pochi anni, abbiamo assistito a una rapidissima crescita del nostro business. Ora gestiamo un numero crescente di aziende, anche di grandi dimensioni e operiamo in 8 diversi Paesi .”| Tim Drijvers, CTO (Sendcloud)

Rendere gli aggiornamenti di tracking memorabili

La prima funzionalità che abbiamo aggiunto alla creazione delle etichette, fu la possibilità di inviare email di tracking brandizzate, per aggiornare gli utenti sullo stato di consegna. Le email di tracking venivano inviate agli utenti sulla base delle attività dei corrieri. In questo modo tutto il lavoro manuale veniva eliminato.

Col passare del tempo, non abbiamo smesso di migliorare questa funzionalità. Oggi, detto tra noi, è diventata una vera figata. Abbiamo lanciato una pagina di tracking aggiuntiva che permette ai venditori online di fare attività di marketing completamente gratuite, catturando i clienti nel momento di massimo engagement con la loro azienda. Offriamo anche aggiornamenti automatici su eventuali ritardi nelle consegne che fanno risparmiare un sacco di tempo nei periodi di picco delle spedizioni, tipo il black friday. E, ciliegina sulla torta, durante il periodo natalizio puoi fare nevicare nella tua pagina di tracking. Carino, no?

“Da quando abbiamo implementato Sendcloud, le recensioni dei nostri clienti sono migliorate e il numero delle richieste di supporto è incredibilmente diminuito.” | Marijn Soetekouw, Online manager (Boots)

Branded tracking - Sendcloud

Si apre la porta alle spedizioni flessibili: benvenuti service point

Un’altra funzionalità che ha seguito le precedenti poco dopo, è stata la consegna ai service point. Molti corrieri offrivano questo metodo di spedizione per risparmiare sui costi, diventare più eco-friendly e diminuire le consegne mancate. Usando Sendcloud, gli utenti possono integrare la consegna presso i service point nel loro checkout. I consumatori ottengono maggior flessibilità e si assicurano che il loro pacco venga consegnato anche se sono fuori casa.

Quando la consegna presso i service point è attiva, il consumatore la potrà scegliere come metodo di consegna e selezionare il suo punto di servizio preferito nel checkout.

Prelievo, imballaggio e spedizione alla velocità della luce. Arriva Pack & Go

Quando un ecommerce cresce, una cosa è certa: il modo in cui gli ordini vengono processati cambia radicalmente. Vengono adottati sistemi WMS ed ERP e gli ordini vengono prelevati e imballati il più velocemente possibile. In questi casi la connessione con le spedizioni non è per nulla semplice. Per questo abbiamo sviluppato un modo per combinare il prelievo e l’imballaggio con il processo di generazione delle etichette. Nasce così Pack&Go. Questa funzionalità permette di stampare distinte di prelievo e distinte di imballaggio e di scansionare il codice a barre per generare l’etichetta di spedizione corretta.

Anche questa funzionalità è stata continuamente migliorata nel tempo. Ora è possibile aggiungere istruzioni sulle scatole corrette per il prelievo. Dato che gli ordini di prelievo, imballaggio e spedizione vanno a braccetto, tutto il processo viene snellito.

“Prima impiegavo 10 ore per gestire 20 pacchi. Con Sendcloud il nostro magazzino gestisce 2000 pacchi al giorno”| Mareike Peters, Founder and CEO (nkm)

WoodWatch station

Risolvere la più grande seccatura: i resi

Senza una vera e propria strategia per gestire i resi, i venditori online devono affrontare un processo time-consuming molto costoso, che causa in aggiunta un grande spreco di prodotti. Insomma, dovevamo trovare una soluzione per aiutarli.

Decidemmo di costruire un portale dei resi personalizzato, che permette di automatizzare l’intero processo di reso. Ai venditori online basta configurare il portale e scegliere i criteri di reso. Fatto questo, ogni volta che un cliente vuole effettuare un reso, può farlo in modo totalmente indipendente.

Con l’ultimo aggiornamento, abbiamo aggiunto la possibilità di addebitare al cliente i costi del reso. Infatti, la connessione con Mollie, fornitore di servizi di pagamento, permette di pagare il costo resi all’interno del portale stesso. L’unica cosa che resta da fare al venditore è monitorare lo stato del reso ed elaborarlo nel suo magazzino.

“I nostri clienti possono gestire i resi in modo indipendente sul portale dei resi. Questo non solo aumenta la soddisfazione del cliente ma porta anche un beneficio al nostro back office, che può concentrarsi su attività più strategiche.”| Rick Harink, Head of Sales & Operations (Bunzlau Castle)

Con Analytics sono i numeri a raccontare la storia

“Abbiamo un sacco di dati sulle spedizioni, perché non li condividiamo per portare un valore aggiunto?” Ed è così che nacque la nostra funzionalità di analytics! La dashboard analytics di Sendcloud raccoglie e mostra tutti i dati di spedizione nel tempo, con statistiche per corriere e per canale di vendita (se ci sono diversi canali di vendita collegati a Sendcloud).

Se il portale dei resi è attivo, la dashboard di analytics mostra i trend dei tassi di reso e offre i dettagli sulle motivazioni del reso, dando la possibilità di esportare i dati in blocco. Ultimo ma non per importanza, grazie agli ultimi aggiornamenti è possibile ricevere approfondimenti sui dati direttamente via email.

“Apprezzo molto la dashboard di analytics, dà una panoramica su tutti i nostri ordini e il loro status. Inoltre ci mette a disposizione preziose informazioni sulle spedizioni e sui resi nel tempo!” | Nicolas Hernandez, Co-Founder, Pétrone

Aumenta i tassi di conversione con il checkout dinamico

Una delle più recenti creazioni di Sendcloud è il checkout ottimizzato e dinamico. Riflettiamoci un attimo. I consumatori abbandonano il checkout se non trovano il metodo di spedizione corretto o se le spedizioni sono troppo costose. Con il checkout dinamico, i venditori scelgono quali metodi e zone di spedizione attivare nel checkout e al resto ci pensa Sendcloud.

I clienti possono scegliere il metodo di consegna che preferiscono e gli ordini vengono importati automaticamente con il metodo di spedizione corretto. Poi, basta accedere al back end per vedere quando un ordine deve essere processato e spedito. Super facile!

Una sola piattaforma per gestirli tutti

Hai un negozio creato in modo personalizzato o vuoi integrare Sendcloud senza farlo all’interno della piattaforma stessa? Ecco perché offriamo l’integrazione API, che ti dà accesso a tutte le nostre funzionalità.

Ci sono diversi API: per etichette di spedizione, service point, prodotti di spedizione, portale dei resi, tracking, prelievo, checkout dinamico e resi V3. Vuoi saperne di più? Leggi l’articolo del nostro help center e scopri tutte le nostre integrazioni API.

“Noi di Hive usiamo l’API di Sendcloud per connetterci ai nostri corrieri e generare etichette di spedizione. Siamo sempre alla ricerca di modi per espandere i nostri metodi di consegna per andare incontro alle esigenze dei clienti e scalare velocemente nel mercato. Per questo motivo aggiungiamo costantemente nuovi corrieri al nostro portfolio.” | Oskar Ziegler, CEO and Founder (Hive)

Non perderti le novità di Sendcloud! Iscriviti ora al nostro release log. Riceverai automaticamente una notifica ogni volta che viene rilasciata una nuova funzionalità.

 

La conquista di nuovi mercati per centralizzare una rete di spedizioni frammentata

Offrire una soluzione in un mercato frammentato non è semplice, per questo siamo entrati velocemente in nuovi mercati. Tutto ebbe inizio con il lancio in Belgio e Germania, seguito poi da altri cinque mercati. Oggi, siamo attivi in ben otto Paesi in Europa.

Il mercato delle spedizioni in Europa è molto frammentato. Ogni corriere offre diversi metodi di consegna e quando si passano le frontiere i prezzi sono incredibilmente elevati. In aggiunta, quando si spedisce da un Paese all’altro è molto difficile mantenere lo stesso livello di servizio rispetto ai mercati domestici. Per questo, aggiungendo integrazioni con diversi corrieri, perseguiamo la nostra missione di unificare la rete di spedizioni Europea.

Ok, tutto molto bello, ma in cosa consiste esattamente? Vogliamo rendere le connessioni con i corrieri il più semplici possibile in tutta Europa e al tempo stesso continuare ad offrire metodi di consegna locali e flessibili. La soluzione Easy Returns ne è un esempio. Con questa funzionalità diamo la possibilità di lasciare i resi all’ufficio postale più vicino, anche se non è stato il corriere postale a consegnare la spedizione. Scopri come funziona l’Easy Delivery.

DHL - Sendcloud

Non c’è successo senza una vera House of Talent

Ricordi i talenti che abbiamo citato all’inizio dell’articolo? Beh, non saremmo mai arrivati qui senza avere le persone giuste a bordo. Uno dei valori fondanti di Sendcloud è “grow & win together”, crescere e vincere insieme. Siamo fieri di vedere la crescita delle nostre persone, ne è un esempio chi ha iniziato a lavorare al servizio clienti fino a diventare un recruiter e creare l’House of Talent che abbiamo oggi. Siamo anche entusiasti di tutti i nuovi talenti che si uniscono alla nostra squadra ogni mese, portando nuove competenze per rendere la nostra piattaforma sempre migliore.

Un sacco di milestone sono state raggiunte e non sarebbe stato possibile senza avere assunto le persone giuste.

“Sendcloud non è un’azienda convenzionale, l’House of Talent e il team Talent Magic sono qui per superare tutto ciò che è tradizionale, puntando all’originalità.” | Isabeau Bruno, Head of Talent Magic (Sendcloud)

Siamo cresciuti da 50 a 500 collaboratori in soli cinque anni e tutti stanno dando il massimo per ottimizzare i processi, creare e migliorare le funzionalità di Sendcloud.

Tutti con lo stesso obiettivo in mente: assicurarsi che i venditori online possano concentrarsi su quello che conta di più, ovvero la crescita del loro business, senza perdere tempo con le spedizioni.

Nota finale

Tutti questi traguardi non sarebbero stati raggiunti senza investimenti. Per questo vorremmo ringraziare tutti i nostri investitori per la loro fiducia e per l’expertise che hanno condiviso con noi: Startupbootcamp, TiiN Capital, BOM (Brabantse Ontwikkelingsmaatschappij), HenQ, AXA Ventures, Bonsai Partners, SoftBank of L Catterton, and HPE Growth.

Ultimo ma non per importanza, vogliamo ringraziare tutti i nostri clienti! Senza di voi non sarebbe mai stato possibile crescere insieme. Con i vostri input e la vostra fiducia possiamo continuare a sviluppare Sendcloud per perseguire la nostra missione di semplificare al massimo le spedizioni per ecommerce.

Ai prossimi 10 anni di innovazione e crescita!

Serena Guerra

Content Marketing Specialist presso Sendcloud

Leave a Reply